G.P. Austria – Merlino, reduce di lusso

Ed eccoci in Austria, G.P.Austria, nel mitico A1 Ring, per il per il settimo appuntamento del campionato F1 Fullsim della stagione 2017. Le aspettative per questa gara sono parecchie per vari motivi e per tutti i piloti presenti, rinnovare la sfida tra il gruppo dei migliori, ritrovare le misure ed il giusto passo per il resto del parco piloti. Ebbene le qualifiche sbattono in pole un talento puro del Racing Online e stiamo parlando di Francesco Bargagni il quale conquista la prima posizione di partenza con un tempo davvero strepitoso.

Chi non è da meno è il duo Ferrari, che pian piano sta ritrovando la quadratura del cerchio rispetto l’inizio di stagione un po’ così, con Merlino dietro Bargagni e davanti a Chiarini con quasi lo stesso distacco circa tre decimi. A seguire in alternanza tra i due team Lapadula Meneguz Zitiello Ditrani che si dividono le posizioni in cinque decimi. A seguire un ottimo Dardari seguito a sua volta da Cucciniello, Scaniglia, Leuci e a chiudere Reale; segnaliamo l’abbandono Stefano Negostanti per problemi tecnici al volante del pilota della Rubicone Racing team. Siamo al via, la tensione c’è ed è alta perché la davanti i pretendenti alla vittoria sanno benissimo che, avere pista libera davanti e stare fuori dai guai nei primi giri potrà dare un enorme vantaggio e quindi, cercare lo spunto migliore può far la differenza. Questa ricerca dell’attimo migliore, gioca un brutto scherzo al via per Chiarini il quale, parte un attimo prima dello spegnimento delle luci del via con conseguente penalità Drive Trought. Chi invece parte alla grande è Bargagni il quale, prende subito un ottimo vantaggio sin dalla prima curva. Vantaggio che viene agevolato dal piccolo caos della prima curva per il contatto, che vede coinvolto l’incolpevole Lapadula che si vede arrivare dal interno da destra la Mercedes di Scaniglia, il quale a ruote bloccate lo colpisce, finendo entrambi larghi in via di fuga. Molto lesto Lapadula al rientro in pista il quale perde una sola posizione accodandosi a Meneguz, il quale è protagonista di un ottimo spunto portandosi in terza posizione, come è ottimo lo spunto di Merlino in seconda piazza. Un po’ in difficoltà Chiarini il quale dopo l’avvio anticipato arriva alla staccata di curva due a ridosso di Zitiello ed è costretto a pinzare forte. Subisce un bloccaggio delle anteriori che lo costringono ad andare largo verso il cordolo esterno. Inspiegabilmente lo segue nella linea Cucciniello, il quale nel tentativo di chiudere il raggio di sterzata ed evitare la Ferrari, la tocca lievemente ma tanto basta per far sì che la sua Red Bull si giri in piena curva. Questa manovra porta chi segue a scegliere delle linee per cercare di evitarlo senza successo, prima Scaniglia lo urta perdendo l’ala anteriore, poi è la volta di Ditrani che cerca di sfilarlo a sinistra quando il muso della Red Bull puntava verso destra con piccolo contatto, poi è la volta di Leuci che trova la strada sbarrata dalla Red Bull e lo urta anche lui ma a sua volta viene tamponato da Reale il quale mette fine alla gara del pilota Yellow Lemonade Team a causa della perdita dell’ala posteriore. Riassumendo a fine primo giro abbiamo un ritirato, due Mercedes ai box per sostituire le ali anteriori, Chiarini che sconta la penalità. Da qui comincia una bella lotta a distanza tra Bargagni, che ha davvero un gran passo gara e Merlino, che in tutti i modi cerca di tenere vive le sue chanche e tra i due piloti del Naja Racing Italia che con Meneguz danno vita a belle lotte e bei sorpassi e da Ditrani che si libera dopo un paio di giri di tosto Dardari alla ricerca del suo passo, segue Cucciniello, alle prese con la sua vettura con parecchi problemi dopo curva due e i due piloti Mercedes. Tutto è abbastanza lineare anche dopo le prime soste le posizioni rimangono tali con in evidenza Chiarini il quale è in piena rimonta e la lotta serrata, già citata e che continua,  tra Zitiello Lapadula Meneguz. Ma quando tutto fa assaporare un finale di gara in piena lotta per le posizioni dalla terza alla settima ecco che arriva quello che nessuno nel mondo del Racing Online si augura, un connection lost multiplo, il quale esclude tutti i piloti, restano in quattro con Merlino che prende la testa, seguito da Lapadula da Ditrani, chiude Reale. Che dire un vero peccato ma considerato il regolamento e la lunghezza della gara percorsa non si poteva far altro che dichiarare la gara valida e finirla nelle posizioni appena descritte. La direzione gara deciderà poi di assegnare la metà dei punti ai piloti esclusi dall’evento nefasto. Vince Merlino il quale non è certo contento di farlo in questo modo, anche se sul valore del pilota non si può discutere, ma il primo ad essere amareggiato era lui così come Lapadula e Ditrani il quale a fine gara dichiarava un podio totalmente immeritato, questa volta per i valori espressi da questa gara, fino a quel momento. Spiace per Bargagni perché stava comandando il gruppo come sempre lui sa fare, con autorità, spiace per Chiarini il quale insieme al suo compagno e insieme ai piloti del Naja Italia Racing oltre che dall’assente Perfetti sono in grado di garantire prestazioni di alto livello, spiace per Meneguz il quale era nel gruppo di testa e stava disputando una gran gara, spiace per chi non ha potuto terminare anche per contatti subito o causati che hanno condizionato la loro prestazione finale ma tant’è questo è il risultato. Vince Federico Merlino incrementando il suo vantaggio in testa al campionato, Meneguz raggiunge in seconda posizione Perfetti davvero grande, seguono il sempre sostanzioso Zitiello davanti allo sfortunatissimo Bargagni e ad un arrembante Lapadula, a seguire tutto il resto del plotone. Nel campionato costruttori comanda il consolidato Black Team Ferrari, seguito dall’ottimo sodalizio del Naja Racing Italia in seconda posizione ed in terza il team Black India; prossimo appuntamento in Inghilterra, a Silverstone per un altro appuntamento del campionato F1 2017 di Fullsim.

MaverickOne
Post by MaverickOne

2 Responses to G.P. Austria – Merlino, reduce di lusso

Lascia un commento