G.P. Malesia – Zitiello pirata Malese

Zitiello, una fantastica prestazione in terra Malese.

Zitiello pirata Malese, dell’undicesimo atto del campionato Fullsim. Appuntamento in Malesia, circuito di Sepang dove il tracciato impegnativo metterà a dura prova le capacità dei nostri piloti. C’è un’aria strana nel paddock, i Team hanno provato, alcuni sono fiduciosi nonostante i tempi non di rilievo assoluto, altri con tempi di rilievo ma con dubbi sul passo, staremo a vedere.

Le qualificazioni mettono in evidenza i piloti del team Naja Racing Italia – McLaren infatti con le loro prestazioni vanno ad occupare l’intera prima fila con un’ottima prestazione di squadra, la quale, sta a significare l’ottimo bilanciamento ottenuto dalle prove pre gare; ma non trascuriamo il fattore umano, la prestazione di questi due piloti è molto buona e determina la posizione occupata oltre l’aspetto tecnico. Alle loro spalle l’alternanza di due team e parliamo del Black Team Ferrari e del Black India, infatti Chiarini sopravanza un ottimo Meneguz e Ditrani un Merlino arrivato in pista all’ultimo momento a causa di problemi doganali all’aeroporto. Seguono nell’ordine Luca Reale che attende sempre il rientro del suo compagno di Team Mercedes, da Alex Leuci e Enrico Balboni a bordo delle loro gialle YLT chiude Davide Cucciniello a bordo della sua Red Bull.

Tutto è pronto per il via ma sulla griglia a stupire sono i ragazzi del Naja Racing Italia, mentre tutti partono con le dure, loro scelgono le medie e questa sarà un fattore determinante ad un certo punto della gara. Al via tutto fila liscio senza troppi inconvenienti e con un ottimo spunto di Chiarini il quale alla prima curva attacca il leader Zitiello cercando di insidiarne la posizione e riuscendoci in curva tre; ma dopo qualche altra curva il pilota Naja Racing Italia riconquista quanto appena perduto. Alle loro spalle il duo Black India va ad occupare la quinta e sesta posizione, alle loro spalle la solita ottima partenza di Cucciniello seguito da Reale, Leuci, chiude il gruppo Balboni.

Ma al giro due, la direzione gara, deve intervenire per un doppio episodio che vede coinvolti i piloti Reale e Leuci. Infatti giunti alla staccata di curva tre, con il pilota YLT è abbastanza lontano per cercare un ingresso in curva, tira una staccata profonda, il pilota Mercedes stacca imposta ma all’interno arriva la YLT il contatto è inevitabile e entrambi finiscono in via di fuga; ripartono con Leuci davanti a Reale il quale si aspetta la restituzione della posizione.

La cosa in apparenza accade dopo quasi un giro ma sembra più un errore di traiettoria di Leuci che permette a Reale di ritornargli davanti ma giunti in curva quattordici la gialla YLT tocca ancora nel posteriore la Mercedes di Reale facendogli perdere nuovamente la posizione; di lì a poco il Drive Trought che piomba Leuci in ultima posizione.

Da qui la gara entra in una fase di controllo tra i vari team con lo spunto degno di nota di Lapadula il quale prima passa Merlino per poi ripassare Chiarini e portarsi in seconda posizione, ricordiamoci delle gomme con le quali sono partiti. Infatti dal giro nove in poi i due Naja Racing Italia cominciano a trarre il meglio da questa gomme prendendo uno spazio di circa sei secondi con il duo Ferrari e dimostrando di aver trovato un’ottima gestione della gomma tant’è che Zitiello entra per la sostituzione delle stesse al giro sedici cosa impensabile per tutti, quindi grandi complimenti al team vincitore di questo appuntamento. I complimenti vanno davvero riconosciuti in quanto ci piace evidenziare oltre che le capacità dimostrate in pista con le loro prestazioni, la correttezza nelle bagarre, la responsabile partecipazione verso l’impegno preso in questo campionato al quale hanno aggiunto ottimi argomenti per contrastare i piloti Black Team Ferrari oltre che degli assenti, per vari motivi ma di sicuro valore e che speriamo di rivedere al più presto, Bargagni, Perfetti.

Da qui alla fine nulla di particolare da segnalare se non il ritiro un po’ strano avvenuto al giro venti per il pilota Red Bull e per la dannata sfortuna che colpisce in maniera sostanziosa Ivan Chiarini e di riflesso, viste le stesse scelte di set up, Ditrani i quali entrambe rompono il motore nello stesso giro, solo che Chiarini deve abbandonare la seconda posizione cercata e conquistata con un ottima prestazione fatta di rincorsa e che ha avuta la stessa intensità dei ragazzi del Naja Italian Racing e classificandosi sesto, mentre invece Ditrani lascia una sesta posizione che controllava da un rientrante Reale classificandosi in nona.

Altra gara da segnalare è quella di Maurizio Meneguz il quale non era troppo convinto delle proprie potenzialità ad inizio gara per un feeling non ottimale, ma la caparbietà che lo contraddistingue lo ha ripagato con una quarta posizione tutta meritata. Conquista la terza piazza Federico Merlino il quale è contento della posizione conquistata, un po’ meno per la propria prestazione, condizionata da una scelta gomme al primo pit fidandosi della scelta Black India che non ha gradito e della sfortuna del suo compagno, può molto di più, lo sa, ed è questo che lo infastidisce.

Ottimo anche Reale per una gara comunque bella e portata a termine con una vettura, stando alle dichiarazioni del dopo gara danneggiata e la costanza lo ha premiato, bravo. Chiudono la coppia YLT la quale qui ha avuto qualche difficoltà di troppo relativamente al ritmo discontinuo che riuscivano a tenere, quanto sopra è frutto di un certo allentamento della fase di preparazione alla gara che va a penalizzare quanto di buono messo in mostra nella prima parte della stagione comunque entrambe le vetture al traguardo è un buon risultato.

Vince Salvatore Zitiello con un’ottima prestazione fatta di costanza e sostanza seguito da un altrettanto ottimo Giacomo Lapadula il quale ha accompagnato la gara del suo compagno di team con altrettanta perizia, due ottime risorse per la Fullsim. Ed ora tutti in Giappone nella mitica Suzuka e speriamo in un’ennesima stupenda gara del campionato Fullsim, non dopo aver dato un occhiata alla classifica provvisoria del campionato.

MaverickOne
Post by MaverickOne

4 Responses to G.P. Malesia – Zitiello pirata Malese

Lascia un commento